fbpx

Le domande più frequenti della Tisanoreica

Cosa posso mangiare? E cosa non posso assumere? In molti si pongono questa domanda: qui trovate le risposte!

Seguire il percorso Tisanoreica richiede impegno, sia da parte di chi l’ha già praticato, sia per chi lo percorre per la prima volta. Perché non è semplice ricordarsi subito quali alimenti si possono o non si possono assumere, e rimanere col dubbio fino a che non si trova la risposta può far innervosire.
Nella prima fase, quella Intensiva, è importante eliminare qualsiasi tipo di zucchero, per innescare la chetosi, meccanismo sul quale si basa Tisanoreica: in mancanza di zuccheri, infatti, il nostro corpo va ad intaccare le riserve di zuccheri presenti nell’ organismo, stimolando così una perdita di massa grassa (e non solo di liquidi, come invece accade con altri tipi di diete).

In questo articolo vogliamo darvi tutte le indicazioni per poter seguire Tisanoreica senza troppi pensieri, una sorta di prontuario da consultare ogni volta che sorge una domanda relativa a un particolare tipo di prodotto.



Caramelle e gomme da masticare «senza zucchero»

Non lasciatevi ingannare dalla dicitura «senza zucchero». Perché spesso, per dolcificare il prodotto, vengono aggiunti altri tipi di zuccheri, a volte non compatibili con la dieta.
Nella maggior parte dei casi, infatti, le alternative usate sono fruttosio, malto, sciroppo d’acero: tutti prodotti zuccherini, che rischiano di interrompere il processo di chetosi.
Esistono alcuni tipi di caramelle che si possono comunque assumere, le trovate QUI e QUI.

Cosa posso usare per addolcire i miei prodotti?

Come appena sottolineato, usare gli zuccheri, soprattutto nella prima fase del percorso Tisanoreica, non è assolutamente consigliato. Ci sono comunque dei modi per addolcire alimenti, non tutto deve essere per forza mangiato o bevuto amaro!
QUI trovate i dolcificanti ammessi.

Si può bere il latte?

Il latte è naturalmente ricco di glucidi, cioè elementi zuccherini, non permessi durante le fasi della dieta. Non è ammesso nessun tipo di latte (né vaccino, né di soia, né di mandorle, né di riso).

Quindi il latte non si può aggiungere alle bevande Tisanoreica?

Le bevande Tisanoreica devono essere diluite in acqua, perché il latte, come dicevamo su, contiene lattosio, uno zucchero semplice non compatibile né con la fase Intensiva, né con quella di Stabilizzazione.

La verdura è ammessa?

La verdura è ammessa, anzi, è previsto come alimento libero da abbinare alle pietanze Tisaoreica. Ma attenzione alle tipologie: alcune verdure, infatti, hanno un indice zuccherino più alto, come i pomodori, la zucca e alcuni peperoni. Durante la fase intensiva, quindi, si potranno consumare tutti gli ortaggi, tranne quelli di colore giallo, arancione e rosso. Da eliminare anche i legumi (fagioli, piselli, lenticchie, fagiolini, ceci, lupini) e i tuberi (come le patate e il topinambur) in quanto contengono glucidi in quantità variabile, ma superiore rispetto agli ortaggi a colorazione bianca e verde.

Si può fare Tisanoreica senza decotti? Li posso miscelare?

I DECOTTI sono i pilastri della Dieta Tisanoreica: grazie alla loro azione specifica, infatti, contrastano gli effetti collaterali dei corpi chetonici durante la fase intensiva (per vedere come funziona la chetosi, clicca QUI), che possono verificarsi durante i primi giorni ( stipsi, alitosi, mal di testa).
I decotti si posono miscelare insieme, fino a un massimo di quattro, evitando di mescolare quelli con effetto contrario e con tempi di assunzione diversi (qualche decotto infatti va assunto la mattina, qualcuno la sera, controllate sempre le indicazioni sulla confezione).
E se ho preparato un decotto la mattina per il pomeriggio? Sarà ancora buono?
Assolutamente sì, in frigorifero si mantengono per 24 ore.