fbpx

Magnesio e Potassio, come introdurre questi importanti alleati

Sono stanca, mi mancano le energie, questo caldo mi rende debole, stanotte ho avuto crampi al piede. Quante volte ti è capitato di dire almeno una di queste frasi?

Primavera ed estate sono stagioni bellissime, ma a volte cadiamo nella trappola del cambio di stagione, oppure patiamo più di molti altri le alte temperature perdendo sali minerali importanti per il nostro organismo. Proprio la loro carenza può causarci uno di questi sintomi: si tratta del magnesio e del potassio.


Magnesio e potassio sono alcuni dei minerali che risiedono nel nostro corpo in quantità più elevate: il magnesio è tra i 20 e i 28 grammi, il 50/60% dei quali si trova nelle ossa, il restante 39% circa nei tessuti molli e l’1% nel sangue. Di potassio ne abbiamo invece ancora di più: è infatti il minerale più presente nelle cellule, basti pensare che in un soggetto adulto ce ne sono circa 180 grammi.
Per quanto riguarda il magnesio, dovremmo introdurre circa 300 mg al giorno, di potassio 2000 mg.

Le funzioni di magnesio e potassio

Sia magnesio sia potassio hanno alcune funzioni fondamentali: il magnesio è come il prezzemolo, praticamente sta e lavora dappertutto. Partecipa infatti a centinaia di reazioni all’interno delle cellule ed è presente in molti processi, come la sintesi delle proteine, il funzionamento dei muscoli e dei nervi, il controllo della glicemia e della pressione sanguigna. Il magnesio aiuta poi lo sviluppo strutturale dell’osso, prende parte al trasporto del calcio e del potassio attraverso le membrane cellulari e lavora anche per la sintesi del DNA, dell’RNA e di un importante antiossidante, il glutatione.
Anche il potassio è molto importante ed è coinvolto in numerose funzioni: ad esempio partecipa alla contrazione muscolare (pure quella del muscolo cardiaco), aiuta a mantenere la pressione e contribuisce alla regolazione dell’equilibrio dei fluidi e dei minerali dentro e fuori le cellule.
In più il potassio protegge dal rischio di calcoli renali e aiuta a mantenere il tessuto osseo durante l’invecchiamento.

Ma cosa possiamo mangiare per introdurre magnesio e potassio?

In piccole quantità, il magnesio si può trovare in quasi tutti gli alimenti, principalmente quelli ricchi di fibre, ma ce ne sono alcuni in cui è particolarmente abbondante: si tratta dei vegetali a foglia verde (ad esempio gli spinaci), i legumi, la frutta secca, i cereali integrali, i semi e le banane.
Anche il potassio è presente nella maggior parte degli alimenti, ne esistono però alcuni che ne sono molto più ricchi: si tratta dei vegetali freschi poco trasformati. Ma anche frutta, verdura, legumi, pomodori, cetrioli, zucchine, zucca, patate, carote, melanzane, fagioli, frutta secca, latticini, pollame, pesce e carne rossa.

Cosa succede se non si introducono magnesio e potassio nelle quantità indicate?

Leggere carenze di magnesio e potassio sono problematiche abbastanza comuni, specialmente durante primavera ed estate, stagioni nelle quali si perdono più sali minerali attraverso la sudorazione. Esistono inoltre soggetti che faticano ad assimilare questi elementi: da qui la necessità di introdurli con appositi integratori. Perché, nelle situazioni più gravi, la carenza di magnesio può portare crampi e contrazioni muscolari, aritmie e riduzione di livelli di calcio e potassio nel sangue.
Un livello troppo basso di potassio nell’organismo può invece causare debolezza muscolare, irregolarità del battito cardiaco, nausea e vomito.

Come aiutare il nostro corpo a introdurre magnesio e potassio

Quando l’alimentazione non basta, esistono integratori specifici ricchi di magnesio e potassio che possono agevolare l’introduzione di questi elementi del nostro organismo.
Noi di Tisanoreica proponiamo il MechBalance Magnesio e Potassio, un prodotto eccezionale con Vitamina C – E – D3 per supportare l’organismo in caso di stanchezza e affaticamento.
Oggi potete accedere alla PROMOZIONE 2+1: ogni due confezioni acquistate, la terza è GRATIS!
Clicca su questo link per accedere all’OFFERTA.