Quali sono i benefici delle pesche?

Quante pesche si possono mangiare in un giorno? Che vitamine ci sono nelle pesche? Quali sono le loro proprietà e i benefici?

Scopriamolo insieme!
E alla fine, anche una bella ricetta a base di pesche

Le pesche: un frutto estivo dal sapore davvero unico

Una breve introduzione sulle pesche

Finalmente la primavera è entrata nel vivo, l’estate si avvicina, fa sempre più caldo e, con questa temperatura…arrivano le pesche!
Ma quali sono le loro proprietà? E i loro valori nutrizionali? E quali sono i loro benefici?

Cominciamo col dire che le pesche sono uno dei frutti estivi più amati e apprezzati in tutto il mondo.
Originarie della Cina, queste delizie succose sono state coltivate per oltre 2.000 anni prima di arrivare ai giorni nostri.
Grazie alla loro polpa dolce e succosa (il cui gusto cambia in base alle varietà), le pesche sono diventate un simbolo dell’estate e una scelta popolare per una amplia varietà di piatti e bevande.

In questo articolo esploreremo i benefici nutrizionali delle pesche, le diverse varietà disponibili, e ti daremo anche alcuni consigli su come scegliere e conservare al meglio questo frutto speciale.

Benefici Nutrizionali delle Pesche

Le pesche, lo sappiamo, non solo sono deliziose, ma sono anche ricche di nutrienti.
Innanzi tutto sono una fonte eccellente di vitamine A e C, che sono essenziali per il mantenimento di una pelle sana e per il rafforzamento del sistema immunitario. Le pesche contengono anche una buona quantità di fibre alimentari, che aiutano a migliorare la digestione e a mantenere il senso di sazietà.
Non solo: possiedono una buona quantità di sali minerali fondamentali come magnesio, potassio, fosforo e calcio.
Inoltre, sono a basso contenuto calorico, e questo le rende una scelta perfetta per chi vuole mantenere una dieta sana ed equilibrata.

Raccontaci le tue esigenze, dicci qual è il tuo obiettivo, la nostra consulenza è GRATUITA! E lo sarà per tutta la durata del tuo percorso assieme a noi.

Pesche: benefici e proprietà

Vediamo insieme le proprietà e i benefici delle pesche

Sorpresa: la pesca non è fra i cibi vietati per chi soffre di diabete.
Al contrario! Perché l’indice glicemico della pesca è basso. Innanzi tutto, potrebbe essere un’idea salutare per la merenda o nella dieta degli sportivi: aiuta infatti a reintegrare i liquidi dopo l’allenamento.
Ricco di potassio, questo frutto ha anche ottime proprietà diuretiche: stimola la diuresi e aiuta a combattere la ritenzione idrica.
Inoltre è importante per favorire l’eliminazione dell’acqua e delle tossine in eccesso, aiutando il lavoro di fegato e reni. Permette pure di contrastare gli effetti dell’ipertensione e a combattere la stitichezza. Ha proprietà depurative e digestive. La sua polpa contiene molti flavonoidi, che hanno proprietà antiossidanti, in grado di proteggere la pelle dai danni dei radicali liberi che causano l’invecchiamento. I flavonoidi aiutano anche a stimolare la produzione di collagene e di sebo, il naturale film che permette ai capelli di essere morbidi e sani.

Raccontaci le tue esigenze, dicci qual è il tuo obiettivo, la nostra consulenza è GRATUITA! E lo sarà per tutta la durata del tuo percorso assieme a noi.

Pesche: valori nutrizionali

Quali sono i valori nutrizionali delle pesche?

Come abbiamo accennato precedentemente, le pesche possono essere di diverse qualità. Ed è a seconda di queste che cambia il loro valore nutrizionale.
Infatti le pesche possono presentare una buccia liscia o vellutata, polpa bianca o gialla, un gusto più o meno dolce.
Bisogna quindi calcolare una media generale, se vogliamo avere una panoramica dei loro valori nutrizionali.
Questo frutto è in grado di fornire 25 kcal per 100 g, di cui:

  • 6,1 g carboidrati;
  • 0,8 g proteine
  • 0,1 g lipidi.

Le pesche sono composte per il 90% di acqua, oltre a un’importante quantità di fibra.
La pesca è un frutto ipocalorico: è per questo che può essere inserita nei regimi alimentari che prevedono una dieta dimagrante perché grazie al contenuto di fibre aumenta il senso di sazietà, per aiutare così a combattere gli attacchi di fame. I valori nutrizionali sono gli stessi quando si tratta del frutto fresco al naturale, attenzione però alle pesche sciroppate o disidratate: le prime avranno sicuramente un’aggiunta di zuccheri, le seconde potrebbero contenerne.
E la presenza di zucchero può aumentare il valore energetico a 357 kcal per ogni 100 g.

Varietà di pesche

Ne abbiamo parlato prima: le pesche possono avere diverse varietà: ma quali sono esattamente?
Scopriamolo subito!

Esistono diverse varietà di pesche, ognuna con caratteristiche proprie.
Vediamo subito un elenco:

  • Pesche a polpa bianca: conosciute per il loro sapore dolce e delicato, hanno generalmente una buccia ruvida e non liscia.
  • Pesche a polpa gialla: dal sapore più forte e acidulo. La loro pelle è generalmente liscia, e sono conosciute anche come pesche noci o pesche nettarine; spesso sono più croccanti rispetto alle altre varietà.
  • Pesche tabacchiere: dalla forma piatta ed elicoidale, hanno la buccia ruvida, e si distinguono per il loro sapore squisitamente dolce. La polpa è chiara, e sono più rare (e costose) delle altre varietà di pesche.

Quando si scelgono le pesche, è importante considerare l’uso che se ne farà: alcune varietà sono più adatte per il consumo fresco, mentre altre sono ideali per la cottura e la preparazione di conserve.

Come scegliere e conservare le pesche

Ma come fare a scegliere le pesche giuste?
Spesso si comprano pesche che, dall’esterno, paiono buonissime, ma, una volta addentate, non hanno sapore, oppure sanno di marcio.
E’ quindi opportuno scegliere le pesche giuste, per godere al massimo del loro sapore.
Innanzi tutto, è essenziale cercare frutti con una buccia liscia e senza macchie. Una leggera pressione dovrebbe rivelare una polpa morbida ma non troppo molle. Evitate le pesche con parti molli o segni di ammaccature, poiché potrebbero essere troppo mature.
Ma anche evitare di andare a cercare le pesche perfette, perché spesso sono proprio quelle senza alcun difetto esterno, che ne hanno tanti all’interno.
Non mettere nel sacchetto pesche troppo dure, significa che sono state colte molto acerbe, quindi molto aspre o addirittura insapori, e che faranno fatica anche a maturare.
Preferire, piuttosto, pesche anche con qualche macchiolina o difetto sulla buccia, insomma non quelle proprio perfette: ma sono quelle più biologiche e naturali, saranno queste pesche ad avere il sapore più gustoso!

Come conservare le pesche?
Una volta acquistate, le pesche possono essere conservate a temperatura ambiente fino a quando non raggiungono il grado di maturazione desiderato. Successivamente, possono essere trasferite in frigorifero per prolungarne la freschezza e far sì che non vadano a male troppo velocemente.
Come la maggior parte dei frutti, evitare di esporle al sole.

Idee per gustare le pesche

Idee per Gustare le Pesche

Le pesche sono incredibilmente versatili, lo abbiamo visto.
Ricette con pesche
Proprio per questo possono essere utilizzate in molteplici ricette, da quelle dolci (dessert cn pesche) a quelle salate (primi e secondi piatti con pesche).
Per un dessert semplice ma delizioso, ad esempio, provate a grigliare le pesche e servirle con una pallina di gelato alla vaniglia: saranno gustosissime!
Le pesche sono anche ottime per preparare marmellate fatte in casa, torte e crostate. Oppure si possono sperimentare con i frullati: una pesca matura aggiungerà un sapore fresco e dolce alla tua bevanda.
E per ricette salate con le pesche?
Possono ad esempio essere aggiunte a insalate estive per un tocco di dolcezza naturale.
Oppure, per una ricetta ancora più particolare, ad esempio, si possono preparare gli spaghetti pesto e pesche: un primo piatto fresco e leggero, che mixa il dolce della pesca con il salato del pesto, oppure un antipasto, con un Gazpacho di pesche.

Conclusione

Le pesche sono un frutto estivo indispensabile, buono, gustoso, e ricco di proprietà e valori nutrizionali.
Sono amate dalla maggior parte delle persone per il loro sapore unico e i numerosi benefici per la salute.
Che siano consumate fresche, cotte o trasformate in dolci prelibatezze, le pesche offrono un’infinita varietà di modi per essere gustate.
Conoscere le diverse varietà e come scegliere e conservare al meglio questo frutto vi permetterà di apprezzarne appieno tutte le sue qualità.
Aggiungendo le pesche alla tua dieta estiva, potrai goderti tutto ciò che hanno da offrire!

E ora scopriamo subito una ricetta dolce con le pesche!

Ricette con le pesche

Vediamo ora una delle ricette con le pesche che amerai sicuramente!

INSALATA DI PESCHE, POLLO, AVOCADO E NOCI

Per te, un secondo piatto particolare e diverso dal solito, sfizioso, ricco di proteine e tanto gusto!

INSALATA DI PESCHE, POLLO, AVOCADO E NOCI

Perché, te lo ricordiamo, i carboidrati non sono da demonizzare, anzi!
Sono una parte fondamentale della nostra dieta e, senza di loro, non avremmo energia!

Oggi ti proponiamo il RISO NERO CON CAVOLO VIOLA, POMODORINI SECCHI e STRACCIATELLA FRESCA

Una ricetta:
Colorata e gustosa
Senza glutine
Facile da preparare
Super nutriente
Ricca di fibre
Sfiziosa
Leggera e completa
Valida per la fase di stabilizzazione

Oggi ti proponiamo il RISO NERO CON CAVOLO VIOLA, POMODORINI SECCHI e STRACCIATELLA FRESCA

Vediamo subito come si prepara!

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

  • 240 g petto di pollo
  • 1 pesca noce
  • 20 g noci
  • 50 g insalata tipo valeriana
  • 50 g insalata iceberg
  • 1 zucchina
  • qualche foglia di basilico
  • 4 cucchiai di olio EVO
  • Sale e pepe qb

PREPARAZIONE

✔ Cuocere il petto di pollo ai ferri, lasciarlo raffreddare e tagliarlo a cubetti.
✔ Lavare bene la pesca noce e tagliarla a pezzettini di circa 3/4mm.
✔ Fare lo stesso con la zucchina e con l’avocado.
✔ In una ciotola, mescolare il pollo, le noci, le insalate, la zucchina, la pesca, condire con sale, pepe e olio.
✔ Lasciare riposare in frigo per almeno due ore.
✔ Lasciare a temperatura ambiente per almeno 15 minuti prima di servire.
✔ Impiattare, profumare con qualche foglia di basilico, dare una girata di olio EVO e servire.

BUON APPETITO!